“Emergenza Coronavirus COVID-2019

In seguito agli sviluppi relativi all’emergenza Coronavirus presente nel territorio italiano e alle disposizioni delle Pubbliche Autorità, Vi comunichiamo che: La società de Castello & C. Società tra Avvocati è pienamente operativa in modalità home working in tutte le proprie sedi. I team di professionisti e di staff svolgono regolarmente le proprie attività. L’assistenza prestata non riscontra interruzioni, compatibilmente con le limitazioni imposte dalle Pubbliche Autorità.”

Logo
Foto di Antonio Benedetti da Pixabay

Foto di Antonio Benedetti da Pixabay

Da 30 anni una delle realta’ professionali piu’ significative del mercato legale veneto

Fondato nel 1989 lo Studio de Castello è stato il primo in Italia, dopo l’entrata in vigore nel 2018 della nuova legge per il mercato e la concorrenza, a trasformare in società di capitali la precedente struttura associativa professionale. Grazie all’adozione della forma giuridica di società di capitali tra Avvocati viene garantito il massimo bilanciamento fra interessi di profitto, gestione manageriale ed impegni etici, al fine di garantire un mantenimento e una propria sostenibilità organizzativa in virtù del contemperamento fra principi di buona governance societaria, trasparenza e sostenibilità e principi di deontologia professionale.
Si occupa da sempre di contenzioso bancario e finanziario (financial litigation) e di diritto di famiglia. E’ riconosciuto come una delle più significative boutique legali presenti nel Veneto, da molti anni presente anche a Milano, per la competenza molto specializzata in finanza strutturata per le piccole e medie imprese e diritto fiscale collegato.
Dopo la sede principale di Belluno, nel corso del tempo sono state aperte le altre sedi di Treviso e di Milano, oltre a recapiti in Padova, Roma, Trieste, Udine e Verona, grazie a relazioni professionali di qualità e di lunga durata che tendono a mettere l’Avvocato al centro dell’organizzazione prima come persona che come professionista, ottimizzandone le competenze.

Assiste numerose imprese industriali e commerciali.

Cresciuto costantemente nel corso della sua storia, a de Castello la Clientela riconosce concretezza, innovazione, puntualità e sobrietà.


Decreto Liquidità: improcedibilità dei ricorsi di fallimento depositati tra il 9 marzo ed il 30 giugno 2020 e sospensione dei termini per le azioni revocatorie

Parere DECRETO LIQUIDITA’: IMPROCEDIBILITA’ DEI RICORSI DI FALLIMENTO DEPOSITATI TRA IL 9 MARZO ED IL 30 GIUGNO 2020 E SOSPENSIONE DEI TERMINI PER LE AZIONI REVOCATORIE E’ stato pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale il Decreto Liquidità, contenente anche norme di carattere processuale in materia di crisi di impresa. L’art. 11 al 1° comma decreta l’improcedibilità per tutti i ricorsi ai sensi degli articoli 15 e 195 R.D. 16/03/1942, n. 267 e 3 D. Lgs. 08/07/1999, n. 270, depositati nel periodo tra il 9 marzo 2020 ed il 30 giugno 2020. Si tratta di improcedibilità ex lege che, in ogni caso, deve tradursi in un decreto del Tribunale che dichiara improcedibile […]

Inammissibilità dell’opposizione a decreto ingiuntivo e domande riconvenzionali

INAMMISSIBILITA’ DELL’OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO E DOMANDE RICONVENZIONALI Con la sentenza n. 23 del 4.2.2020, il Tribunale di Belluno conferma il principio giurisprudenziale ai sensi del quale l’opposizione a decreto ingiuntivo concesso in materia locatizia, come tale soggetta al rito speciale di cui all’art. 447 bis c.p.c., se proposta con atto di citazione, anziché con ricorso, può comunque essere utile ad instaurare un valido contenzioso solo se l’iscrizione a ruolo mediante deposito in cancelleria dell’atto di citazione viene eseguita entro il termine di cui all’art. 641 c.p.c., e cioè entro quaranta giorni dalla notificazione del decreto ingiuntivo. La Cassazione si è espressa ormai più volte in tal senso (cfr. ex […]

Pluralità di giudizi sullo stesso conto corrente e abusivo frazionamento del credito

PLURALITA’ DI GIUDIZI SULLO STESSO CONTO CORRENTE E ABUSIVO FRAZIONAMENTO DEL CREDITO Con la sentenza n. 477 pubblicata l’11.03.2020 il Tribunale di Treviso tratta, tra le tante questioni in materia di contenzioso bancario, anche quella dell’abusivo frazionamento del credito, riferito ad un rapporto contrattuale di conto corrente. Nel particolare si trattava di verificare se nel comportamento del Cliente che aveva promosso due contenziosi per il recupero degli interessi illegittimamente addebitati dalla Banca sullo stesso conto corrente, ma per due periodi diversi, si potesse ravvisare un abusivo frazionamento del credito, tale da tacciare di inammissibilità il secondo contenzioso. L’ipotesi, infatti, potrebbe essere riconducibile a quella di una c.d. parcellizzazione del credito, […]

Processo civile da remoto: dall’emergenza alla regola

Parere PROCESSO CIVILE DA REMOTO: DALL’EMERGENZA ALLA REGOLA In vista di una certa proroga del prossimo termine del 15 aprile, il processo civile deve prepararsi per una trattazione da remoto, con invio, scambio e deposito telematico di tutti gli atti. L’interesse prioritario è, infatti, quello alla salute pubblica e privata, e considerato che questo interesse si persegue col “distanziamento sociale”, è evidente che l’unica strada organizzativa è quella del ricorso, inderogabile, al lavoro da remoto per tutti gli operatori del diritto. Da più di dieci anni avvocati e giudici utilizzano la consolle e il PCT per l’invio e il deposito telematico di tutti gli atti e quindi tutti dovrebbero essere […]

Nullità di una clausola rischio cambio inserita in contratti di finanziamento e/o di leasing

NULLITA’ DI UNA CLAUSOLA RISCHIO CAMBIO INSERITA IN CONTRATTI DI FINANZIAMENTO E/O DI LEASING Con la sentenza n° 39/2020 pubblicata il 30.01.2020 la Corte d’Appello di Trieste ha confermato il proprio indirizzo giurisprudenziale nel ritenere nulla la clausola rischio cambio inserita in un contratto di leasing (locazione finanziaria) quando la stessa è caratterizzata da ampia aleatorietà e squilibrio delle prestazioni. La nullità rileva ai fini dell’art. 1322 2° comma Codice Civile ai sensi del quale le parti possono anche concludere contratti che non appartengono ai tipi aventi una disciplina particolare, quale una clausola contrattuale rischio cambio, purché però siano diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela secondo l’ordinamento giuridico. Tale […]

Coronavirus e moratoria per la sospensione dei pagamenti per le imprese

Parere CORONAVIRUS E MORATORIA PER LA SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI PER LE IMPRESE L’attuale drammatico momento sanitario condurrà ad impellenti esigenze di liquidità delle imprese e, in particolare, delle piccole imprese con riserve finanziarie limitate, che si stanno velocemente avvicinando ad un momento di illiquidità qualificabile come impossibilità di far fronte ai propri obblighi di pagamento secondo quanto previsto dalle norme in materia di insolvenza. Per le imprese di piccole e medie dimensioni, quindi, appare indispensabile assumere misure c.d. di “ibernazione”, intese come sospensione dell’attività e rinvio delle scadenze contrattuali relative ai pagamenti, nella quale ricomprendere la moratoria delle azioni esecutive dei creditori insoddisfatti, ben oltre il termine del 15 aprile […]

Il lavoro agile (Smart Working) fra emergenza e realtà

Parere IL LAVORO AGILE (SMART WORKING) FRA EMERGENZA E REALTA’ Negli ultimi anni, le modalità di svolgimento dell’attività lavorativa si sono decisamente trasformate rispetto al passato. Grazie alle nuove tecnologie, le quali non richiedono più la presenza fisica in azienda del lavoratore ai fini dello svolgimento della prestazione lavorativa, per alcune tipologie di lavoro al dipendente è, infatti, sufficiente disporre di uno strumento digitale e di una connessione internet per fare (ovunque sia) tutto quello che farebbe in ufficio. E’ in questo contesto che l’ordinamento italiano, al dichiarato scopo di «incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro», si è dotato di un quadro […]

Art. 119 TUB 4° comma: Il diritto del cliente ad avere dalla Banca copia della documentazione bancaria anche in corso di giudizio

Parere ART. 119 TUB 4° COMMA: IL DIRITTO DEL CLIENTE AD AVERE DALLA BANCA COPIA DELLA DOCUMENTAZIONE BANCARIA ANCHE IN CORSO DI GIUDIZIO La Cassazione civile, Sezione VI, con l’Ordinanza del 11 marzo 2020, n. 6975 ha confermato l’indirizzo giurisprudenziale secondo il quale l’art. 119, comma 4, TUB, nell’ammettere il diritto del cliente di ottenere dalla banca copia dei documenti di contratto e di esecuzione dei rapporti bancari, non contempla nessuna limitazione che risulti in un qualche modo attinente alla fase di eventuale svolgimento giudiziale dei rapporti tra Cliente e Banca. La disposizione dell’art. 119 TUB si pone, infatti, tra i più importanti strumenti di tutela che la normativa di […]

Coronavirus e forza maggiore nelle obbligazioni contrattuali

Parere CORONAVIRUS E FORZA MAGGIORE NELLE OBBLIGAZIONI CONTRATTUALI A cura di Matteo de Castello La diffusione mondiale del virus COVID-19 nel nostro Paese, sta generando, tra l’altro, consistenti difficoltà di tipo commerciale, tecnico e logistico per le aziende presenti sul mercato, che rendono estremamente difficoltoso, se non impossibile, per le stesse, il puntuale adempimento delle reciproche obbligazioni contrattuali. Blocco temporaneo della circolazione, divieto di aggregazione, decreto “state a casa”; incidono pesantemente sull’adempimento delle obbligazioni. Ci si chiede quindi se, ed in quali termini, la diffusione del coronavirus – e l’emissione dei provvedimenti governativi di tipo restrittivo assunti dal Governo per il contenimento della stessa – consentano di ritenere “giustificati” gli […]

La cancellazione della cancellazione d’ufficio di una società di capitali in liquidazione per mancato deposito del bilancio d’esercizio per tre anni consecutivi

LA CANCELLAZIONE DELLA CANCELLAZIONE D’UFFICIO DI UNA SOCIETA’ DI CAPITALI IN LIQUIDAZIONE PER MANCATO DEPOSITO DEL BILANCIO D’ESERCIZIO PER TRE ANNI CONSECUTIVI LEGGI IL CONTENUTO DELL’ARTICOLO PUBBLICATO IN DIRITTO24.ILSOLE24ORE.COM