Category Archives: NEWS

Home   NEWS

Usura: la nullità degli interessi moratori non si estende agli interessi corrispettivi

NEWS USURA: LA NULLITA’ DEGLI INTERESSI MORATORI NON SI ESTENDE AGLI INTERESSI CORRISPETTIVI Con la sentenza del 20 maggio 2020, n. 9237 la Cassazione, dopo aver confermato che, in tema di interessi (sia essi moratori che corrispettivi) ai fini dell’usura, il momento determinante, per la valutazione del superamento della soglia consentita, è quello dell’avvenuta pattuizione, a prescindere dalla circostanza se la Banca li abbia o meno effettivamente riscossi, conferma anche l’orientamento ai sensi del quale la nullità della convenzione riguardante gli interessi di mora non si estende anche al patto che riguarda gli interessi corrispettivi. La sentenza si caratterizza però per aver confermato il principio, anche partendo da una presunta […]

Coronavirus e pianificazione finanziaria: il confronto con le Banche per l’accesso al credito

NEWS CORONAVIRUS E PIANIFICAZIONE FINANZIARIA: IL CONFRONTO CON LE BANCHE PER L’ACCESSO AL CREDITO Il lockdown determinato dall’emergenza sanitaria da Covid-19 richiede alle imprese, in breve tempo, di rielaborare il piano previsionale in ottica contingency plan (cd. Piano di Emergenza). Le Imprese dovranno pertanto elaborare uno scenario, costruito sulla base dell’attuale contesto e delle stime prospettiche, che consenta di verificare il mantenimento dell’equilibrio economico patrimoniale e, dunque, delle condizioni di continuità aziendale. Un Piano con cui l’impresa possa valutare l’adozione delle misure sul debito consentite dal DL Liquidità, permettendo quella consapevolezza finanziaria necessaria per un corretto confronto con le Banche per l’accesso al credito in tempo di Coronavirus. Si dovrà […]

La propensione al rischio del Cliente non legittima la mancata informazione da parte della Banca

NEWS LA PROPENSIONE AL RISCHIO DEL CLIENTE NON LEGITTIMA LA MANCATA INFORMAZIONE DA PARTE DELLA BANCA Un interessante sentenza della Cassazione – la n. 7905 del 17 aprile 2020 – statuisce che la generica propensione al rischio dell’investitore, desunta anche dagli investimenti precedenti, non legittima la mancata informazione che la Banca ha il dovere di fornire al Cliente su ogni prodotto finanziario sia al momento dell’acquisto che in corso di esecuzione del contratto finanziario. Anche l’investitore speculativo e orientato e disponibile ad assumersi rischi deve comunque poter valutare la sua scelta speculativa e rischiosa di ogni determinato prodotto finanziario, nell’ambito di tutte le opzioni dello stesso genere offerte dal mercato, […]

Concordato preventivo in bianco e gli obblighi informativi in tempo da coronavirus

NEWS CONCORDATO PREVENTIVO IN BIANCO E GLI OBBLIGHI INFORMATIVI IN TEMPO DA CORONAVIRUS Per costante orientamento della Cassazione (cfr. da ultimo Cassazione Civile, sez. VI, 11 Ottobre 2018, n. 25210. Est. Terrusi), la domanda di concordato preventivo presentata dal debitore non per regolare la crisi dell’impresa attraverso un accordo con i suoi creditori, ma con il palese scopo di differire la dichiarazione di fallimento, è inammissibile in quanto integra gli estremi di un abuso del processo, che ricorre quando, con violazione dei canoni generali di correttezza e buona fede, nonché dei principi di lealtà processuale e del giusto processo, si utilizzano strumenti processuali per perseguire finalità eccedenti o deviate rispetto […]

Società tra avvocati e credito privilegiato nelle crisi di impresa

NEWS SOCIETA’ TRA AVVOCATI E CREDITO PRIVILEGIATO NELLE CRISI DI IMPRESA La Cassazione interviene con recentissima ordinanza (la n° 7898 del 17 aprile 2020) sulla questione della riconducibilità all’associazione professionale del credito spettante al singolo avvocato associato a titolo di compenso per la eseguita prestazione professionale, ai fini del riconoscimento della natura privilegiata del credito da insinuare in una procedura di crisi d’impresa. E lo fa stabilendo che per ottenere il privilegio, l’associazione deve provare l’intervenuta cessione del credito da parte dell’associato, perché quando è l’associazione ad insinuarsi al passivo del debitore “è da escludersi che il credito abbia natura privilegiata”. Sulla questione generale della natura privilegiata o meno del […]

Banche italiane a rischio, nullità delle fideiussioni: la parola all’esperto

NEWS Pubblicato il 06.11.2018 in www.liberoquotidiano.it BANCHE ITALIANE A RISCHIO, NULLITA’ DELLE FIDEIUSSIONI: LA PAROLA ALL’ESPERTO Come Prometeo fu infine liberato dalle proprie catene, così una sentenza della Cassazione potrebbe minare la validità delle fideiussioni bancarie. Quest’ultima è infatti a serio rischio dopo la sentenza della Corte di Cassazione1. Sarebbe potuto sembrare che la sentenza fosse passata in “sordina”, ma qualche Tribunale si sta già adeguando. Da ultimo il Tribunale di Salerno, nell’agosto di quest’anno, ha sentenziato la nullità dei contratti di fideiussione tra i clienti e le banche secondo il modello stabilito dall’ABI. Queste sentenze potrebbero avere un impatto devastante sulle banche, rendendo di fatto nulli tutti i contratti di garanzia […]

Intervista all’Avvocato Valentino de Castello di www.diritto24.ilsole24ore.com pubblicata il 21.05.2018

NEWS INTERVISTA ALL’AVVOCATO VALENTINO DE CASTELLO DI WWW.DIRITTO24.ILSOLE24ORE.COM PUBBLICATA IL 21.05.2018 Valentino de Castello socio fondatore dello Studio Legale de Castello & Associati oggi de Castello & C. Società tra Avvocati s.r.l. Valentino de Castello è avvocato e titolare dello Studio Legale de Castello & Associati oggi de Castello & C. Società tra Avvocati s.r.l., di cui è Presidente del CdA. La società è impegnata nel settore civilistico e l’Avv. de Castello in particolare ha acquisito esperienza nel campo del Diritto bancario e del Diritto finanziario, collaborando con numerose riviste del settore, anche on line, e partecipando in qualità di relatore a convegni ed eventi formativi. E’ esperto di arbitrati […]

I costi della polizza assicurativa accessoria al finanziamento bancario rientrano nel concetto di spesa ai fini dell’usura

NEWS Pubblicato il 23.05.2018 in www.diritto24.ilsole24ore.com I COSTI DELLA POLIZZA ASSICURATIVA ACCESSORIA AL FINANZIAMENTO BANCARIO RIENTRANO NEL CONCETTO DI SPESA AI FINI DELL’USURA La Suprema Corte di Cassazione interviene ancora – con la sentenza n. 9298 depositata il 16 aprile 2018 in www.diritto24.ilsole24ore.com – sulla questione del cumulo dei costi di polizza assicurativa accessoria al finanziamento bancario ai fini del concetto di spesa indicato dall’art. 644 c.p. per la determinazione del tasso usurario. La questione rientra in quella più complessa relativa a quali voci debbano essere considerate nel calcolare il tasso di interesse applicato su un contratto di mutuo o finanziamento, al fine di determinare se esso possa essere considerato […]

Banche Venete: il Tribunale di Vicenza è competente per i reati di aggiotaggio ex art. 2637 c.c. e di ostacolo alle funzioni di vigilanza nei confronti della Banca d’Italia e della Consob ex art. 2638 c.c.

NEWS BANCHE VENETE: IL TRIBUNALE DI VICENZA E’ COMPETENTE PER I REATI DI AGGIOTAGGIO EX ART. 2637 C.C. E DI OSTACOLO ALLE FUNZIONI DI VIGILANZA NEI CONFRONTI DELLA BANCA D’ITALIA E DELLA CONSOB EX ART. 2638 C.C. Con sentenza depositata il 06.04.2018 n°15537 la Corte di Cassazione ha dichiarato la competenza del Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Vicenza in relazione al procedimento penale aperto nei confronti di Banca Popolare di Vicenza spa per il delitto di aggiotaggio informativo nella gestione di ente non quotato previsto dall’art. 2637 c.c. La questione vedeva due teorie contrapposte: la prima quella del GIP di Vicenza secondo il quale il delitto […]

Cessione di ramo d’azienda e rilevanza fiscale dell’avviamento negativo nella determinazione del valore di cessione

NEWS CESSIONE DI RAMO D’AZIENDA E RILEVANZA FISCALE DELL’AVVIAMENTO NEGATIVO NELLA DETERMINAZIONE DEL VALORE DI CESSIONE Con la sentenza 17 gennaio 2018 n°979 la Corte di Cassazione risolve la questione se l’avviamento, nel caso di cessione del ramo di azienda, costituisca o meno, ai fini dell’imposta di registro, una componente del valore aziendale anche se negativo perché correlato ad una sfavorevole aspettativa reddituale del compendio aziendale oggetto del trasferimento. E statuisce che nella determinazione del valore venale del ramo d’azienda trasferita, ai fini dell’imposta di registro, l’avviamento – in quanto qualità aziendale intrinseca richiamata dall’art. 51 4° comma DPR 131/86 – rileva non solo se positivo ma anche se negativo […]