Category Archives: Diritto di famiglia

Home   Articoli   Diritto di famiglia

Assegno di divorzio e nuova convivenza stabile

ASSEGNO DI DIVORZIO E NUOVA CONVIVENZA STABILE Con la sentenza n. 32198 pubblicata in data 5 novembre 2021, le Sezioni Unite della Corte sono intervenute a definire la sorte dell’assegno di divorzio in favore del coniuge economicamente più debole, per il caso in cui questo instauri una stabile convivenza con un nuovo compagno. Per la Suprema Corte l’instaurazione della nuova convivenza non comporta la perdita automatica ed integrale del diritto all’assegno di divorzio, anche se la scelta di intraprendere un nuovo percorso di vita insieme ad un’altra persona non è però irrilevante sul piano giuridico, in quanto indice di un nuovo progetto di vita che, unitamente al principio di autoresponsabilità, […]

Separazione coniugale giudiziale – Impossibile modificare con accordo tra le parti la modalità di versamento dell’assegno di mantenimento del figlio stabilita in sentenza

SEPARAZIONE CONIUGALE GIUDIZIALE – IMPOSSIBILE MODIFICARE CON ACCORDO TRA LE PARTI LA MODALITA’ DI VERSAMENTO DELL’ASSEGNO DI MANTENIMENTO DEL FIGLIO STABILITA IN SENTENZA Quando la sentenza di separazione giudiziale coniugale stabilisce che l’assegno di mantenimento del figlio venga corrisposto alla madre, il padre obbligato non può di sua iniziativa modificare tale statuizione, nemmeno se c’è un accordo con gli aventi diritto. Con l’ordinanza n.9700 del 13.04.2021 la Corte di Cassazione ha chiarito il principio dettato dall’art. 337 septies comma primo cod. civ. e cioè che il genitore obbligato può eseguire il pagamento dell’assegno di mantenimento direttamente al figlio soltanto se sussiste un provvedimento giurisdizionale che lo dispone e non può […]

Maternità surrogata e diritto del minore ad avere una famiglia: la sentenza n.33 2021 della Corte Costituzionale

MATERNITA’ SURROGATA E DIRITTO DEL MINORE AD AVERE UNA FAMIGLIA: LA SENTENZA N.33 2021 DELLA CORTE COSTITUZIONALE Con la recente sentenza n.33 del 09 marzo 2021 la Corte Costituzionale è stata chiamata ad esaminare le questioni di legittimità costituzionale che riguardano lo stato civile dei bambini nati attraverso la pratica della maternità surrogata, pratica che è vietata dall’ordinamento italiano e precisamente dall’art.12, comma 6, Legge nr.40 del 2004. Il dubbio di legittimità costituzionale è stato sollevato dalla prima Sezione civile della Corte di Cassazione nei riguardi della sentenza n.12193 dell’8 maggio 2019 emessa dalle Sezioni Unite che hanno escluso si possa riconoscere nell’ordinamento italiano l’efficacia di un provvedimento giurisdizionale straniero dichiarativo […]

Divorzio e COVID-19

DIVORZIO E COVID-19 Il padre chiede di rivedere il contributo al figlio minore perché, essendo passato al part-time in tempo di COVID-19, guadagna la metà, ma il giudice non accoglie la richiesta, non ritenendo prova sufficiente il documento depositato in cui il datore di lavoro fa riferimento solo ad <accordi verbali> che hanno mutato il rapporto di lavoro, senza però fare alcun cenno alla necessità aziendale di diminuire le ore a causa del calo di produttività per colpa della pandemia. In compenso alla madre, parrucchiera e in età lavorativa, non viene riconosciuto l’assegno divorzile non essendo credibile che, con la sua capacità lavorativa non abbia mai trovato lavoro in cinque […]

Mantenimento figli: rimborso spese ordinarie

MANTENIMENTO FIGLI: RIMBORSO SPESE ORDINARIE La sentenza n.91/2018 del Giudice di Pace di Padova riguarda il caso singolare di una richiesta di rimborso di spese ordinarie fatta da un marito separato alla moglie. Nel caso di specie il marito aveva continuato anche dopo l’omologa della separazione coniugale a pagare le spese telefoniche dei cellulari dei due figli minori coabitanti con la madre  perché i relativi contratti telefonici, già da prima appoggiati sul suo conto corrente, prevedevano il pagamento di una penale nel caso d’interruzione delle utenze prima della loro scadenza di 30 mesi. Trascorsa la scadenza naturale dei contratti il marito, con il consenso della moglie, li aveva trasferiti dal proprio […]

Violazione degli obblighi di assistenza familiare ex art. 570 2° comma c.p. da parte del padre anche quando sono i nonni obbligati al mantenimento

VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE EX ART. 570 2° COMMA C.P. DA PARTE DEL PADRE ANCHE QUANDO SONO I NONNI OBBLIGATI AL MANTENIMENTO Il caso era emblematico. Accertata l’impossibilità economica del padre, nel caso divorziato, a provvedere all’assegno di mantenimento dei figli, il Tribunale Civile aveva posto l’obbligo a carico dei nonni paterni. A detto obbligo i nonni paterni provvedevano regolarmente nel corso degli anni sino al raggiungimento della indipendenza economica dei nipoti. Nel corso degli stessi anni, in sede penale, detto padre era stato comunque condannato sia in 1° grado che in 2° grado per il reato di cui all’art. 570 2° comma c.p. nonostante al mantenimento dei […]

In punto di assegno di mantenimento al figlio maggiorenne e di assegno divorzile

IN PUNTO DI ASSEGNO DI MANTENIMENTO AL FIGLIO MAGGIORENNE E DI ASSEGNO DIVORZILE La Corte d’Appello di Trieste, confermando l’indirizzo reso dal Tribunale di Trieste nel provvedimento reclamato (Decr. Tribunale di Trieste 27.01.2017), si pronuncia su due interessanti questioni relative all’assegno di mantenimento del figlio maggiorenne ed al riconoscimento di un assegno divorzile, giungendo a sostenere che: l’obbligo del genitore (separato o divorziato) di concorrere al mantenimento del figlio maggiorenne non convivente cessa con il raggiungimento, da parte di quest’ultimo, di uno status di autosufficienza economica consistente nella percezione di un reddito corrispondente alla professionalità acquisita; la concessione di un assegno divorzile trova presupposto nell’inadeguatezza dei mezzi del coniuge istante, […]