Category Archives: Diritto Bancario

Home   Articoli   Diritto Bancario

La cessione da Banche Venete a Intesa: la sentenza 225/2022 Corte Costituzionale e le ipotesi dell’art. 3 del D.L. 99/17 ancora dubbie

LA CESSIONE DA BANCHE VENETE A INTESA: LA SENTENZA 225/2022 CORTE COSTITUZIONALE E LE IPOTESI DELL’ART. 3 DEL D.L. 99/17 ANCORA DUBBIE Nel corso di un giudizio civile promosso per accertare la responsabilità di Intesa Sanpaolo spa, quale cessionaria da Banca Popolare di Vicenza spa, per le operazioni di acquisto di azioni in violazione degli obblighi informativi prima della cessione da Banche Venete a Intesa, il Tribunale Civile di Firenze aveva sollevato la questione di legittimità costituzionale, fra gli altri, dell’art. 3 del D.L. 99/2017, con denuncia del contrasto con gli artt. 2, 3, 23, 41, 42, 45 e 47 Cost., nonché con l’art. 1 Prot. addiz. CEDU e con l’art. […]

E’ nulla la clausola floor del mutuo

E’ NULLA LA CLAUSOLA FLOOR DEL MUTUO Il contratto di mutuo con un tasso di interesse indicizzato non richiede, per la sua validità ed efficacia, la pattuizione di una clausola floor. Il mutuo con clausola floor rappresenta una forma vessatoria di protezione della remunerazione bancaria, per riduzioni troppo marcate dell’Euribor, garantendo alla Banca un tasso minimo pari allo spread, tanto che se il parametro di riferimento del tasso (Euribor) assume valore negativo, lo stesso viene considerato pari a zero, con la conseguenza che il tasso globale, composto dal parametro di riferimento sommato allo spread concordato, non può in alcun caso essere inferiore allo spread concordato. Né detta clausola è essenziale […]

Confidi minore e fideiussione rilasciata per contratto non bancario: per le Sezioni Unite non si viola alcuna norma imperativa

CONFIDI MINORE E FIDEIUSSIONE RILASCIATA PER CONTRATTO NON BANCARIO: PER LE SEZIONI UNITE NON SI VIOLA ALCUNA NORMA IMPERATIVA   La fideiussione rilasciata da un confidi minore in favore di un cliente privato e derivante da un contratto non bancario non è nulla per contrasto a norme imperative: questo ha stabilito la Corte di Cassazione, SS.UU., sent. del 16 marzo 2022, n. 8472. La questione si fondava su una fideiussione prestata da un Consorzio – costituito a società cooperativa a r.l. e nel cui oggetto sociale rientrava l’attività di prestazione di garanzie personali e reali e di operare anche con terzi non soci -, nell’interesse di un proprio associato a […]

Fideiussioni a valle di intese dichiarate nulle: le Sezioni Unite si pronunciano

FIDEIUSSIONI A VALLE DI INTESE DICHIARATE NULLE: LE SEZIONI UNITE SI PRONUNCIANO   Le Sezioni Unite della Cassazione, con la sentenza 30 dicembre 2021 n. 41994, (Pres. Raimondi, est. Valitutti) hanno sciolto la questione delle fideiussioni a valle di intese dichiarate parzialmente nulle dall’Autorità Garante, stipulate secondo i modelli ABI, e, quindi, contrastanti con gli artt. 2, comma 2, lett. a) della legge n. 287 del 1990 e 101 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, statuendo che detti contratti, sono parzialmente nulli, ai sensi dell’art. 2, comma 3, della legge succitata e dell’art. 1419 c.c., in relazione alle sole clausole che riproducano quelle dello schema unilaterale costituente l’intesa vietata, salvo che […]

Leasing e art. 1526 c.c.: si applica ancora ai contratti risolti prima della L. 124/2017

LEASING E ART. 1526 C.C.: SI APPLICA ANCORA AI CONTRATTI RISOLTI PRIMA DELLA L. 124/2017  Prima dell’entrata in vigore delle nuove norme in materia di leasing, introdotte dai commi da 136 a 140 dell’unico articolo della L. 4 agosto 2017 n.124 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza), entrate in vigore il 29 agosto 2017,  era aperta la questione della nullità ex art. 1526 c.c. della clausola contrattuale contenuta in un contratto di leasing che disciplinava la risoluzione del contratto per inadempimento, nella parte in cui prevedeva a carico dell’utilizzatore il pagamento di una penale a titolo di risarcimento del danno. Dominava quella giurisprudenza di legittimità secondo cui alla […]

Concessione abusiva del credito: le ultime della Cassazione

CONCESSIONE ABUSIVA DEL CREDITO: LE ULTIME DELLA CASSAZIONE   Una recente ordinanza della Corte di Cassazione, la n. 18610 del 30 giugno 2021, ha definito in maniera chiara la disciplina della concessione abusiva del credito, concentrandosi prevalentemente sulla responsabilità del finanziatore e sulla legittimazione ad agire del curatore fallimentare. Definendo il ricorso abusivo al credito secondo il dettato dell’art. 218 l. fall. (art. 325 del nuovo codice della crisi dell’impresa e dell’insolvenza), vale a dire come il ricorso al credito da parte di una società «dissimulando il dissesto o lo stato di insolvenza», la Cass. individua lo speculare comportamento del soggetto finanziatore, vale a dire colui che conceda o continui […]

Tasso soglia usura del mutuo SAL

Parere TASSO SOGLIA USURA DEL MUTUO SAL Vi è incertezza se il mutuo ipotecario SAL (Stato Avanzamento Lavori), nell’individuazione del tasso soglia ai fini della normativa antiusura, debba ricondursi nella categoria dei “Mutui con garanzia ipotecaria” o in quella residuale denominata “Altri finanziamenti”, di cui al decreto trimestrale di rilevazione del tasso soglia usurario. Una prima tesi ritiene che i mutui SAL debbano essere ricondotti nel perimetro degli “Altri finanziamenti”, con più elevato tasso soglia previsto da tale categoria, a causa del maggior rischio assunto dall’intermediario, che concede un prestito fino ad una determinata concorrenza ed eroga la prima tranches del finanziamento concesso quando il progetto di costruzione edilizia non è […]

Fideiussione bancaria con modello ABI e violazione della normativa antitrust

Parere FIDEIUSSIONE BANCARIA CON MODELLO ABI E VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA ANTITRUST Anche il Tribunale di Belluno, con la sentenza n. 53/2019, ha aderito alla tesi della nullità della fideiussione bancaria con modello ABI, poi dichiarato dalla Banca d’Italia contrario alle normative europee sulla concorrenza. Il Giudice bellunese, sul presupposto delle risultanze cui è giunta la Banca d’Italia con il provvedimento n. B423 del 2 maggio 2005, ha confermato che “per la clausola relativa alla rinuncia del fideiussore ai termini di cui all’art. 1957 cod. civ. e per le c.d. clausole di “sopravvivenza” della fideiussione non sono emersi elementi che dimostrino l’esistenza di un legame di funzionalità altrettanto stretto. Tali clausole, […]

Nullità della fideiussione rilasciata su schema contrattuale ABI

Parere NULLITA’ DELLA FIDEIUSSIONE RILASCIATA SU SCHEMA CONTRATTUALE ABI Vengo richiesto di un parere circa la validità o meno di una fideiussione stipulata nel 2009 pienamente conforme allo schema predisposto dall’A.B.I. oggetto del Provvedimento n. 55 del 2 maggio 2005 della Banca d’Italia. La questione è da tempo al vaglio della giurisprudenza di merito e della Cassazione, che propendono per la tesi della nullità della fideiussione rilasciata su schema contrattuale tipo predisposto dall’ABI. La Cassazione, prima con ordinanza n. 28910/2017 e poi con sentenza n. 21878 del 15/6/2019, ha statuito che sono nulle le fideiussioni che contengono le seguenti clausole: «il fideiussore è tenuto a rimborsare alla banca le somme […]

Illegittima segnalazione Centrale Rischi: diritto alla cancellazione e al risarcimento del danno

ILLEGITTIMA SEGNALAZIONE CENTRALE RISCHI: DIRITTO ALLA CANCELLAZIONE E AL RISARCIMENTO DEL DANNO In tema di segnalazione alla Centrale Rischi della Banca d’Italia, la Corte di Cassazione ha costantemente affermato che l’appostazione del credito a sofferenza, non può essere fatta discendere dalla sola analisi dello specifico o degli specifici rapporti in corso di svolgimento tra la singola banca segnalante ed il cliente, ma implica una valutazione della complessiva situazione patrimoniale del Cliente. In parole povere la segnalazione non può certo avvenire per un singolo scoperto di conto corrente o di mancato pagamento di qualche rata di un finanziamento o di mutuo, ma deve essere confortata da una valutazione negativa di una […]