Da 25 anni una delle realtà professionali più significative del mercato legale veneto


decastello_home

Lo Studio Legale de Castello oggi de Castello & C. Società tra Avvocati s.r.l., è composto dagli avvocati Valentino de Castello e Cecilia Franciosi e si avvale della collaborazione di Avvocati, Commercialisti, Analisti Finanziari e Notai, oltre ai propri dipendenti. Ha la sede legale in Belluno Viale Roma n. 12 - Ponte nelle Alpi, sede operativa a Treviso Viale IV Novembre nr. 15 e recapiti a Milano, Padova, Trieste, Udine, Venezia e Verona. Ha inoltre recapito di Studio a Roma, per l'operatività in Cassazione.


Derivati su criptovalute: quale tutela legale?

Parere DERIVATI SU CRIPTOVALUTE: QUALE TUTELA LEGALE? Come è noto da alcuni anni è possibile stipulare e scambiare derivati su criptovalute quali Bitcoin, Etheurum, Ripple, Litecoin e anche Libra, attraverso i quali trasferire grandi volumi di titoli a prezzo concordato. Gli scambi sono regolati e liquidati su un’apposita piattaforma – Deribit – che ha un fondo assicurativo progettato per coprire eventuali perdite. Pur essendo stata fissata da Deribit una dimensione minima e massima per i suoi blocchi per i contratti derivati legati alle due valute digitali, la negoziazione di derivati che hanno come sottostante le criptovalute sono contratti complessi costruiti su asset complessi, e quindi operazioni ad altissimo rischio, tanto […]

La gelosia ossessiva è reato

LA GELOSIA OSSESSIVA E’ REATO LEGGI IL CONTENUTO DELL’ARTICOLO PUBBLICATO IN DIRITTO24.ILSOLE24ORE.COM

Banche e jus variandi: la Corte d’Appello di Trieste detta i presupposti per la sua applicazione

BANCHE E JUS VARIANDI: LA CORTE D’APPELLO DI TRIESTE DETTA I PRESUPPOSTI PER LA SUA APPLICAZIONE LEGGI IL CONTENUTO DELL’ARTICOLO PUBBLICATO IN DIRITTO24.ILSOLE24ORE.COM

Le cripto-attività sono strumenti finanziari?

Parere LE CRIPTO-ATTIVITA’ SONO STRUMENTI FINANZIARI? La recente diffusione di operazioni c.d. di Initial Coin Offerings (ICOs) e di crypto asset, che vedono coinvolti anche i risparmiatori italiani, porta alla ribalta la questione della loro riconduzione alla definizione di strumento finanziario di cui al TUF. La questione coinvolge non soltanto i risparmiatori ma anche i soggetti che emettono crypto asset e/o che intendono promuovere offerte di cripto-attività. Le offerte primarie di cripto-attività e le cripto-attività in genere presentano elementi similari con le offerte pubbliche di strumenti finanziari. La stessa rappresentazione dei rapporti giuridici in un token (c.d. tokenizzazione) presenta profili di analogia con il meccanismo di incorporazione dei diritti del […]

Tassazione fissa e non proporzionale per i trasferimenti di beni in trust

TASSAZIONE FISSA E NON PROPORZIONALE PER I TRASFERIMENTI DI BENI IN TRUST Vengo richiesto di un parere circa la tassazione per i trasferimenti di beni in trust. La questione è da tempo al centro dell’attenzione della Cassazione che, fino all’anno 2015, confermava la legittimità di una tassazione proporzionale, tanto da poter parlare di doppia tassazione, una per il solo fatto della costituzione del vincolo di destinazione, l’altra per il fatto del trasferimento. Successivamente, però, dal 2016 in poi, la Suprema Corte ha mutato radicalmente tale indirizzo, statuendo il principio opposto, ai sensi del quale non esistendo alcun arricchimento immediato per il trustee e nessun trasferimento per i beneficiari – se […]

Confermata la nullità di una clausola rischio cambio inserita in contratti di finanziamento e/o di leasing

CONFERMATA LA NULLITA’ DI UNA CLAUSOLA RISCHIO CAMBIO INSERITA IN CONTRATTI DI FINANZIAMENTO E/O DI LEASING Con la sentenza n° 261/2019 pubblicata il 24.04.2019 la Corte d’Appello di Trieste ha confermato il proprio indirizzo giurisprudenziale nel ritenere nulla la clausola rischio cambio inserita in un contratto di leasing quando la stessa è caratterizzata da ampia aleatorietà e squilibrio delle prestazioni. La nullità rileva ai fini dell’art. 1322 2° comma Codice Civile ai sensi del quale le parti possono anche concludere contratti che non appartengono ai tipi aventi una disciplina particolare, quale una clausola contrattuale rischio cambio, purché però siano diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela secondo l’ordinamento giuridico. Tale […]

Contratto valido a prescindere dalla conformità urbanistica dell’immobile

CONTRATTO VALIDO A PRESCINDERE DALLA CONFORMITA’ URBANISTICA DELL’IMMOBILE Con la sentenza n° 8230 del 22.03.2019 le Sezioni Unite, a risoluzione di contrasto, hanno affermato che la nullità degli atti giuridici relativi ad edifici, o a loro parti, abusivi di cui all’art. 46 del DPR n° 380/2001 e all’art. 40 della legge n°47/1985 va ricondotta nell’ambito della nullità di cui all’art. 1418 3° comma c.c. e si qualifica pertanto come nullità testuale volta a punire non tanto la difformità della costruzione realizzata alla licenza o alla concessione ad edificare o alla concessione rilasciata in sanatoria, ma la mancata o mendace dichiarazione da parte dell’alienante degli estremi di detti titoli abilitativi urbanistici. La […]

Buoni fruttiferi postali: è legittima la variazione in peius del tasso di interesse di titoli già emessi

BUONI FRUTTIFERI POSTALI: E’ LEGITTIMA LA VARIAZIONE IN PEIUS DEL TASSO DI INTERESSE DI TITOLI GIA’ EMESSI LEGGI IL CONTENUTO DELL’ARTICOLO PUBBLICATO IN DIRITTO24.ILSOLE24ORE.COM

Responsabilità di banca svizzera che opera in Italia e giurisdizione del Giudice italiano quale Giudice del foro del consumatore

RESPONSABILITA’ DI BANCA SVIZZERA CHE OPERA IN ITALIA E GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ITALIANO QUALE GIUDICE DEL FORO DEL CONSUMATORE Con la sentenza 4 marzo 2019 n° 6280 le Sezioni Uniti Civili della Suprema Corte hanno risolto in modo positivo la questione della giurisdizione del Giudice italiano, quale Giudice del foro del consumatore, per la responsabilità contrattuale derivante dalla stipula di un contratto finanziario stipulato da banca svizzera, che opera in Italia, con un cittadino residente in Italia. Per le Sezioni Unite la giurisdizione del Giudice italiano discende dalla Convenzione di Lugano 30.10.2007, ratificata dall’Unione Europea con decisione del Consiglio del 27.11.2008, ed entrata in vigore, nei rapporti con la Confederazione Elvetica, l’01.01.2011. […]

Diamanti e responsabilità della banca

Parere DIAMANTI E RESPONSABILITA’ DELLA BANCA Mi viene chiesto se la banca, attraverso la cui intermediazione è avvenuto un investimento in diamanti, possa essere ritenuta o meno responsabile dell’eventuale danno derivante dalla perdita totale o parziale dell’investimento. La questione è complessa perché il bene diamante non può essere ricondotto da solo alla nozione di prodotto finanziario. E’ noto infatti che se è vero che in tale nozione, oltre a tutte le figure tipizzate dal Legislatore quali strumenti finanziari, può rientrare anche ogni altra forma di investimento di natura finanziaria, è anche vero che con la sottoscrizione dei contratti di acquisto dei diamanti si determina il trasferimento del diritto di proprietà […]